>   Academy   >   Operations & Supply Chain Management

Linkedin

Facebook

Google Pluss

Email

Twitter

S
h
a
r
e

Seminario - SCM 079

Demand Driven Leader

B

Obiettivi

Il programma DDL fornisce ai manager delle operations le conoscenze necessarie per progettare, implementare, mantenere e migliorare un un’impresa con un sistema di gestione della supply chain adattiva secondo il modello Demand Driven (DDOM).

Essere in grado di valutare il potenziale impatto nel proprio contesto, definire i parametri di configurazione e la connessione al Demand Driven S&OP (DDS&OP).

Il programma consiste di 7 moduli di formazione approfondita nel campo Demand Driven ed è il corso ufficiale di preparazione ai test di esame per la certificazione Demand Driven Leader Professional (DDLP).

Destinatari

  • Direzione generale e BU manager
  • Operations Manager
  • Supply chain manager
  • Manager e professional in ambito demand planning

Contenuti

Che significa essere demand-driven?

Le sfide organizzative di oggi

  • La crescita della complessità e le sfide della leadership
  • Il flusso è lo scopo – la legge di Plossl
  • I 4 prerequisiti perché l’informazione sia rilevante
  • Le maggiori distorsioni all’informazione rilevante
    • Errata gestione degli orizzonti operativo, tattico e strategico
    • Mancanza di un modello operativo basato sul flusso
    • Metriche conflittuali e riconciliazioni difficoltose

Comuni ostacoli al flusso

  • L’impatto della variabilità sul flusso
  • Distorsioni dell’informazione e dei materiali rilevanti - Pianificazione
  • Distorsioni dell’informazione e dei materiali rilevanti - Finanza
  • La necessità di un Thoughtware

L’emersione di un nuovo modello di gestione

  • I sistemi complessi adattivi
  • Il modello Demand Driven Adaptive Enterprise (DDAE)
  • Il DDAE e l’informazione rilevante

Il modello operativo Demand-Driven

  • Demand Driven Materials Requirements Planning (DDMRP)
    • Disaccoppiamento strategico
    • Profili e livelli dei buffer
    • Adeguamenti dinamici
    • Pianificazione demand-driven
    • Esecuzione visibile e collaborativa

    • I 6 Criteri di validazione dei buffer
    • Differenza fra Replenishment e scorta di sicurezza
    • MRP, Lean e DDMRP
    • Implicazioni per le reti di distribuzione
  • Schedulazione ed esecuzione in fabbrica
    • Implicazioni del DDMRP nella schedulazione
  • Gestione dei punti di controllo
    • Criteri di posizionamento
    • Schedulazione ai punti di controllo
    • Proteggere i punti di controllo

Metrica del flusso

  • Cos’è una metrica del flusso?
  • Misurare il gap tra strategia e operations
  • Stabilire la giusta metrica operativa
  • Gli obiettivi della metrica del flusso: strategici, operativi, tattici

DD Sales & Operations Planning

  • Struttura, tempi rilevanti e caratteristiche del team di gestione del DDS&OP
    • Configurazione tattica & riconciliazione (conformare il modello secondo una strategia di business evolutiva)
    • Dall’MPS al master settings e alla riconfigurazione
  • Riesame tattico (analisi delle varianze)
    • Riesame delle prestazioni passate
    • Analisi di Pareto dei buffer – codici causale e gravità
    • Varianza del flusso dei materiali
    • Misura della stabilità e dell’affidabilità dei buffer
  • Proiezioni tattiche:
    • proiettare le prestazioni del modello secondo diversi scenari
  • Ottimizzazione tattica:
    • interventi di breve periodo sul flusso quando è necessario
  • Raccomandazioni strategiche
    • Valutazione/Raccomandazioni per Ricerca & Sviluppo
    • Raccomandazioni per aumentare il ritmo
    • Monitorare il fattore limitante
  • Sales & Operations Planning adattivo (AS&OP)
    • Il team
    • Gli elementi

Il percorso di sviluppo di un’Impresa Adattiva Demand Driven

  • Il modello di Impresa Adattiva Demand Driven
  • Una trasformazione in 5 fasi
    • Efficienza operativa (riduzione dei costi)
    • Efficienza operativa (aumento del flusso)
    • DDAE I: Completa implementazione del DDOM
    • DDAE II: Attuazione delle riconciliazioni tattiche
    • DDAE III: Estensione dell’influenza all’intera supply chain di fornitori e clienti.

Sperimenterete

Con semplici esercizi e simulazioni

  • Gli effetti fortemente negativi rispetto alla creazione del valore (del margine di contribuzione) delle decisioni prese sulla base della contabilità analitica (cost accounting) e di quelli -devastanti- sui livelli di servizio e sui costi operativi causati dalla saturazione delle risorse.
  • Come sia possibile (e remunerativo) gestire il sistema logistico senza previsioni di vendita, ma solo con un’appropriata configurazione di parametri generali, pilotati dal demand-driven S&OP.
  • Come non sia necessario monitorare le prestazioni di tutte le risorse ma governarne (e schedularne) solo alcune.
  • Come sia semplice, intuitiva e soprattutto remunerativa la gestione demand-driven basata sul flusso.

LOGIN



Ricordami

Se hai dimenticato la password clicca qui.

Non sei ancora iscritto?

Registrati