>   Academy   >   Operations & Supply Chain Management

Linkedin

Facebook

Google Pluss

Email

Twitter

S
h
a
r
e

Seminario - SCM 077

Affrontare la variabilità del nuovo normale con i nuovi metodi adattivi

B

Il mondo evolve velocemente in un nuovo normale dove la volatilità rende sempre più difficile e oneroso competere e anche sopravvivere. I nuovi metodi come il Demand Driven Operating Model dà una soluzione robusta per la creazione e la gestione di supply chain adatte a cavalcare agilmente queste onde.

Rivolto a

  • Imprenditori e management di industrie manifatturiere e di distribuzione
  • Responsabili della supply chain: Acquisti, Pianificazione, Produzione, Distribuzione
  • Responsabili Commerciali, marketing e Vendite
  • Responsabili del Controllo di gestione
  • Responsabili delle Risorse umane

Obiettivi

  • Mettere a fuoco i limiti delle metodologie correnti rispetto ai nuovi scenari.
  • Descrivere i fondamenti dei sistemi adattivi e come questi possano superare tali limitazioni, in particolare la crescente impossibilità di avere previsioni affidabili e praticamente utilizzabili.
  • Esaminare alcune applicazioni adattive in alcune tipiche configurazioni di supply chain.
  • Dimostrare l’efficacia del metodo tramite simulazioni -basate su situazioni reali- per il raggiungimento di consistenti obiettivi di redditività.

Contenuti

  • I modelli gestionali MRP e Lean, a se stanti, hanno  caratteristiche strutturali incompatibili col Nuovo normale.
  • Individuazione delle caratteristiche essenziali che deve possedere un nuovo modello operativo di supply chain atto a garantire e massimizzare il ritorno sull’investimento.
  • Gli elementi della risposta Demand Driven MRP:
    • Usare il flusso come elemento di gestione primario e unificante,
    • Disaccoppiare strategicamente gli elementi della supply chain, decurtare e stabilizzare tutti i tempi di risposta (lead time) e abbattere la variabilità. Ridurre drasticamente la dipendenza dalle previsioni di vendita,
    • Ridurre decisamente e continuamente i materiali con buffer dinamici
    • Adottare metriche appropriate, semplici, uniformi, intuitive e altamente visuali
  • Miglioramento continuo e focalizzazione degli investimenti
  • Inserimento del DDMRP all’interno del modello operativo complessivo
  • Conclusioni e un possibile inizio, pratico e senza investimenti significativi

Sperimenterete

  • Esempi di configurazioni tipiche nei settori alimentare, meccanico, distributivo sia al dettaglio e OEM.
  • Simulazioni basate su dati effettivi.

LOGIN



Ricordami

Se hai dimenticato la password clicca qui.

Non sei ancora iscritto?

Registrati